Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

2118908 1513330818 k6MD U0301056610427sV8p 1024x576LaStampa.it

«La passione di questi due angeli sarà sempre esempio per tutti i giovani». Questa la frase incisa sulle targhe che verranno consegnate ai genitori delle due cuginette Gioia Virginia Casciani di 9 anni e Ginevra Barra Bajetto di 17: le due giovani campionesse del pattinaggio sul ghiaccio decedute in un tragico incidente automobilistico il 27 ottobre scorso di ritorno da una gara.  

L’evento si svolgerà oggi (venerdì 15) alle 18,30 a Collegno in piazza Primo Maggio durante l'inaugurazione della pista di ghiaccio dedicata alle due promesse delle sport. All’evento, presentato dall’artista Francesco Trimani, sarà presente il presidente regionale del Coni Gianfranco Porqueddu e il presidente del comitato regionale della Federazione italiana sport del ghiaccio Marco Bellion. Inotre sarà letta una lettera del presidente nazionale Giovanni Malagò.

A seguire si esibiranno sulla pista le campionesse Greta Baldan, Anna Bodrone, Masha Grott Gribinc e Nikita Dossena, atlete del Pat e dell’Ice club dove Gioia e Ginevra si sono allenate. «L’inaugurazione verrà preceduta, alle 15, dalla consegna di palloncini bianchi - spiega Aline Simon dell’Associazione commercianti di Collegno - a cui poi attaccheranno una loro letterina, per Babbo Natale o dedicata a Gioia e Ginevra, e infine i palloncini verranno liberati verso il cielo». Poi, dopo un video dedicato alle due giovani promesse del pattinaggio, toccherà al papà di Gioia, Antonio Cascioni, il duro compito di ricordare, con un discorso, «i due angeli». 

 

Fonte: La Stampa - Torino