Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

download

Alessandria, 27 febbraio 2018

La schermitrice olimpica e conduttrice televisiva Margherita Granbassi insieme a Vanessa Ferrari, ginnasta olimpica e campionessa del mondo, sono state le protagoniste del “4°Incontro con il Campione” per il progetto “Scuole aperte allo sport”. L’incontro si è svolto presso l’I.C. “P. Straneo” di Alessandria, in Via P. Sacco, 11 - di fronte a 150 ragazzi tra gli 11 e i 13 anni.

Margherita Granbassi, schermitrice fiorettista che vanta uno straordinario palmares con 2 bronzi olimpici vinti a Pechino 2008 (individuale e a squadre) e diverse medaglie d’oro e argento ottenute in competizioni mondiali ed europee ha accolto con grande entusiasmo l’opportunità del progetto: “Ho la possibilità di parlare direttamente ai ragazzi per trasmettere loro la mia passione per lo sport e per la scherma. Sono convinta che nello sport si concentrino valori, regole, sacrificio e magia, rapporti umani veri, proprio come nella vita di tutti i giorni, ma che il percorso di un campione passi inesorabilmente per il rispetto di regole e fair play, di disciplina e sacrificio. E’ questo percorso che mi ha poi permesso di essere più consapevole e serena nelle mie successive attività professionali. La consapevolezza e la conoscenza sono al centro di questo progetto che permette l’ingresso nelle scuole secondarie di I° grado di diverse discipline sportive con il supporto di tecnici federali. Trovo particolarmente stimolante il percorso valoriale che affronta temi di estrema attualità per i ragazzi come il fair play nello sport, nel rapporto con i compagni, e sulla rete che è ormai per loro un contesto sociale quotidiano”.

Vanessa Ferrari, intervenuta con entusiasmo raccontando i successi incredibili, che da giovanissima l’hanno portata ad essere la prima campionessa del mondo italiana nella ginnastica, e nonostante le difficoltà vissute tutt’oggi in seguito agli infortuni, sostiene che:

”E’ stato emozionante! Penso che questi siano progetti fondamentali da inserire nelle scuole, dove i ragazzi hanno molto da imparare a livello valoriale. Credo che lo sport sia il miglior modo per imparare a stare insieme con le altre persone, rispettarle e tirar fuori il meglio dai singoli, per creare grandi cose”.

All’evento è intervenuta per un saluto l’Assessore all’Istruzione del Comune di Alessandria Silvia Straneo.

Inoltre, in rappresentanza delle Federazioni Sportive Nazionali aderenti al progetto, sono intervenuti: il Presidente della FIDAL provinciale di Alessandria, Francesco Romeo; il referente dell'attività di base della delegazione provinciale di Alessandria per la scuola della FIGC Vincenzo Rolando; il Tecnico Federale della FGI nonché docente referente di progetto dell’I. C. Straneo, il prof. Ernesto Lamborizio.

Per Samsung, sponsor del  progetto, è intervenuta Anastasia Buda che occupandosi di Responsabilità sociale nell’azienda ha approfondito l’argomento del fair play digital con una particolare attenzione al tema attuale e delicato della lotta al cyberbullismo, fornendo ai ragazzi spunti e consigli pratici per un corretto utilizzo del web, dei social e delle nuove tecnologie.

Il prossimo evento di “Scuole aperte allo sport” si svolgerà in Veneto presso l’Istituto I.C. “G.Tartini” di Padova il 6 marzo p.v.

Tutti i dettagli del progetto, sul sito www.scuoleaperteallosport.itScuole aperte allo sport. Mettiti in gioco. Entra in palestra con i Campioni.

 

download 1

download 2